Ordine pubblico e sicurezza: il Comune di Rieti spende 55 euro pro capite

Secondo l’ultima analisi di OpenPolis, nel 2020 il Comune di Rieti ha speso per l’ordine pubblico e la sicurezza poco più di 2 milioni e 500 mila euro, pari a un contributo pro capite di 55,14 euro. Cifra superiore alla media nazionale che si attesta a 35,53 euro pro capite.

La cifra è stata destinata quasi nella sua totalità al servizio di polizia municipale, mentre solo 439 euro sono state riservate al sistema integrato di sicurezza urbana. Nei bilanci consuntivi dei precedenti anni invece risultano: 55,09 euro pro capite nel 2019; 65,73 euro pro capite nel 2018; 54,28 euro pro capite nel 2017.

Tra i capoluoghi di provincia che si apprestano a rinnovare il consiglio comunale, il comune di Rieti a guida Cicchetti-Sinibaldi fa registrare nel 2020 una spesa per l’ordine pubblico e la sicurezza inferiore del 7,98% rispetto al 2016, anno in cui era in carica Petrangeli.

Fonte: OpenPolis
Fonte: OpenPolis

Ora qualche informazione di contesto. Sul piano normativo, le amministrazioni locali hanno infatti il compito di gestire gli aspetti operativi dei corpi di polizia municipale sotto le norme generali istituite dagli enti regionali.

A questo ambito è dedicata un’intera missione di spesa del bilancio, composta da due voci: polizia locale e amministrativa e sistema integrato di sicurezza urbana. Come ricorda OpenPolis, la prima comprende tutte le uscite dedicate all’attività della polizia municipale, che riguardano il controllo stradale, alle verifiche legate al settore commerciale e ulteriori funzioni relative alla sicurezza pubblica. La seconda include tutte le attività di supporto alla polizia municipale, composte di piani e programmi. Inoltre, sono comprese le spese legate alla promozione della legalità e all’assunzione di soggetti privati per migliorare il controllo sul territorio.

Nota: i dati mostrano la variazione di spesa per cassa per ordine pubblico e sicurezza tra 2016 e 2020 nei capoluoghi al voto nel giugno 2022. Spese maggiori o minori non implicano necessariamente una gestione positiva o negativa della materia. Da notare che spesso i comuni non inseriscono le spese relative a un determinato ambito nella voce dedicata, a discapito di un’analisi completa.

--

--

Reatino, giornalista, direttore comunicazione in una multinazionale tech

Love podcasts or audiobooks? Learn on the go with our new app.

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store